Il cerino e la notte

pic_8955

 

 

Dopo un mese e qualche giorno di rientro dall’Africa colgo il momento per ringraziare tutti coloro che in questo viaggio sono stati con me fisicamente… i miei splendidi compagni di viaggio: Maria Vittoria, Milena, Raffaella, Sandra, Ilaria, Emilia, Maria Pia, Franco, guidati e condotti alla scoperta di questo meraviglioso paese, da due amici: don Pierre e don Alfredo…
Un mese di Africa, che cosa vuol dire?
Alfredo una delle prime sere ci disse: “Quando è buio è meglio accendere un cerino piuttosto che bestemmiare contro la notte”…questa frase mi ha colpito in pieno…Quando sei in quelle terre bisogna osservare, imparare, amare, guardare, cercare, studiare, abbracciare, cantare, lavorare, stare, sono tutti verbi all’infinito, tutto è all’ennesima potenza, tutto ti mette a dura prova dalle emozioni più difficili e brutte a quelle più gioiose…Cosa possiamo fare noi, in questo ritorno? Accendere dei cerini, di conoscenza, di scoperta, di dialogo, di riflessione, di pace! Dopo un viaggio in Africa capisci quanto il mondo abbia bisogno di evolvere, di maturare, di crescere, di diventare adulto, di capire quanto DEVE all’Africa da secoli, quanto urli giustizia e quanto in realtà voglia e desideri pace. Sono infinitamente riconoscente, a Don Pierre, che quotidianamente tra la sua gente si spende senza sosta per garantire dignità, cultura, speranza a tanti tantissimi giovani e bambini e un grazie infinito a GuineAction perchè ne condivido e sostengo pienamente i modi e la causa…Con voi, in Repubblica di Guinea, mi sono sentita a casa…

 

dsc_0261 dsc_0241

pic_0104 pic_0688

Torna su