Gli auguri di don Pierre. Realizzazione del solaio della scuola

pic_0104

 

Cari amici, pace e bene a tutti voi!

“Quando si riceve il pane dall’altra parte del fiume, non si ringrazia prima la persona che te l’ha dato, ma la persona che ha attraversato il fiume con il tuo pane”. Vorrei veramente ringraziare GuineAction per tutti i loro sacrifici e tutti i rischi del viaggio e del soggiorno che affrontano ogni anno per arrivare fino a noi e stare con noi. Un ringraziamento profondo anche a tutti voi, amici e collaboratori di GuineAction, e a voi benefattori. Possa il Signore rendere sempre fecondo tutto quello che seminate nella nostra terra e benedica la vostra generosità che, come ultima cosa, ci ha permesso di realizzare il solaio della scuola di Kissidougou.

Fra tutte le attività delle Associazioni “GuineAction onlus” e “AVED Guinée”, la realizzazione del solaio della scuola di Fero è stata l’attività più attesa. In realtà ci faceva paura più di tutti i lavori precedenti: tutti ci chiedevamo: come realizzarlo? dove trovare le tonnellate di cemento, ferro, sabbia, granito, legno… necessarie e sufficienti per coprire un’area di 600 m2? Quanti giorni di lavoro ci vorranno e quanti lavoratori occorrono? e tecnicamente quali accorgimenti adottare? Nonostante questi timori, siamo rimasti fiduciosi e abbiamo sempre creduto a quelle antiche parole dei saggi: “Yom pila del soli Bunde” (un albero da solo non fa una foresta). Questo vuol dire che GuineAction in realtà è l’insieme di tutti quelli che ci amano, ci guardano e ci sostengono da vicino e da lontano.

La realizzazione di 600m2 di solaio ha visto il lavoro di quasi 500 persone senza contare i tanti bambini che pure si davano da fare, con gli occhi pieni di speranza! Tanti di loro sono venuti a vedere nascere il luogo nel quale cresceranno e matureranno. “La Pépinière”, “Il Vivaio”, è questo il nome della loro scuola, e loro sono i tanti semini che un giorno diventeranno una foresta rigogliosa, tanti alberi diversi pieni di frutti!

Insomma per cinque giorni, da giovedì 5 ottobre alle 9:00 fino a lunedì 9 ottobre 2017 alle 16:00 il cantiere era come un formicaio di gente che lavorava gioiosa per una speranza che diventa sempre più concreta! Si, al di là della paga giornaliera, ciò che ispirava gli operai e i braccianti, era l’orgoglio e la felicità di partecipare alla realizzazione di un sogno. Ora davvero la nostra presenza si è consolidata ed ha preso forma nel distretto urbano di Kissidougou e, in particolare, nella periferia della città, nel quartiere Fero.

Ed io, ve lo dico, sono davvero orgoglioso di leggere sui volti e nei cuori della mia gente la fierezza di avere una scuola come simbolo di autonomia e di liberazione culturale; leggo in loro la soddisfazione perché tutto questo si sta realizzando attraverso la loro attiva partecipazione. Un bel proverbio della nostra tradizione dice: “peela tyèlan NDAN il ni Kenan Suwa“, “I fiumi che si incrociano si scambiano i pesci”.

Carissimi, desidero inviarvi i miei più sentiti auguri per il nuovo anno. Il Signore benedica voi, le vostre famiglie, i vostri cari, vivi e defunti e vi dia la grazia di affrontare con gioia e coraggio tutte le sfide che il nuovo anno 2018 ci porterà. Vi doni la grazia di vincere su tutto ciò che può oscurare la luce e la pace di Dio sui nostri volti. Vi rinnovo tutta la mia amicizia, la mia stima e la mia fiducia.

Personalmente, sto bene. Il lavoro pastorale in parrocchia mi rende felice nonostante le molte preoccupazioni quotidiane: la gente vive nella miseria, è afflitta da tante malattie e, il male dei mali, è senz’altro l’analfabetismo cronico. Da queste parti, nella mia nuova parrocchia che si trova nella zona delle miniere d’oro, si vede di tutto e si fa di tutto, dallo sfruttamento fisico a quello mentale. È veramente triste vedere tanta miseria in un paese così ricco! Tuttavia c’è anche la gioia della presenza della Chiesa: una presenza attiva e positiva, che cerca di fare sempre il meglio nello Spirito di Cristo e per Grazia Sua.

Vi trasmetto anche gli auguri dei membri di AVED, dei bambini che sostenete e delle loro famiglie. Con coraggio e gioia si stanno impegnando a rendere concreti i vostri aiuti e fruttuose le vostre iniziative.

Grazie a tutti voi. Possa il Signore accompagnare ciascuno di noi sulla via della propria felicità!

Buon Natale e felice anno 2018!

don Pierre Baba MANSARE

 

pic_8672_01 pic_1021_01 dsc_9132

Torna su